giovedì 23 ottobre 2014

10° Concorso Internazionale "Emozioni dal mondo: Merlot e Cabernet insieme", noi c'eravamo


Il fine settimana scorso siamo stati invitati a fare parte della giuria del 10° Concorso Internazionale "Emozioni dal mondo: Merlot e Cabernet insieme" tenutosi nel bergamasco e promosso dal Consorzio di tutela Valcalepio.
Arrivati giovedì pomeriggio a Bergamo, assieme ad altri membri della giuria che a causa dell'orario di arrivo non erano riusciti ad aggregarsi alla prima visita guidata organizzata (presso il museo del Tessile di Leffe, in quanto file rouge, è proprio il caso di dirlo, della manifestazione, quest'anno è stato proprio il tessile), abbiamo fatto un giro per Bergamo alta che è sempre molto affascinante con le sue stradine caratteristiche ed i bei negozi e ristoranti. La sera siamo rientrati in hotel per la cena.





















Il venerdì mattina ci siamo trasferiti nella bella struttura del Filandone di Martinengo, solitamente sede del consiglio comunale e dopo la premiazione di alcuni partecipanti storici di questo concorso e la spiegazione delle modalità di votazione e di assegnazione dei premi, bevuto il vino che farà da riferimento, divisi in diversi gruppi di valutazione (ben 93 giudici provenienti da 23 Paesi diversi), ciascuno guidato da un presidente di giuria, abbiamo provato e valutato i 210 vini in concorso (circa 33 per giuria), tutti chiaramente presentati in forma anonima e legati solo ad una sigla.
A parte durante il coffe break a metà seduta, anche a pranzo abbiamo avuto occasione di approfondire le conoscenze con gli altri membri della giuria in un clima molto rilassato e piacevole.















 
Terminati i lavori di votazione, ci siamo divisi in due gruppi. Uno ha visitato la bella Martinengo, l'altro gruppo invece si è recato in visita presso due cantine della zona.
Noi abbiamo preso parte a questa seconda attività.
La prima cantina che abbiamo visitato è quella Locatelli Chiaffi di Chiuduno. Dopo la visita dell'azienda, abbiamo avuto anche l'occasione (ed il piacere) di degustare i loro ottimi vini.













La seconda visita invece è stata presso una struttura che è uno dei fiori all'occhiello della zona per l'eccellenza dei suoi prodotti e per il bellissimo ambiente. Si tratta della Tenuta degli angeli di Carobbio degli angeli. Particolarità di questa azienda è quella di avere anche un'acetaia dove si produce dell'eccellente aceto balsamico, seguendo in sostanza la metodologia di quello modenese. L'ambiente che ospita l'acetaia è molto bello, l'odore che pervade gli ambienti, inebriante ed il sapore ve lo lascio solo immaginare. Straordinari anche i vini e ne approfittiamo per portare a casa una bottiglia di spumante millesimato Extra brut.























Terminata la visita, facciamo rientro in hotel per la cena di gala organizzata presso il ristorante Loro di Trescore balneario. Qui abbiamo modo di degustare alcuni piatti tipici molto ben presentati e saporiti e ovviamente i vini messi a disposizione dalle aziende della zona.
Il sabato mattina invece si è tenuto un convegno sul tema dell'aggregazione e quindi c'è stata la proclamazione dei vincitori del concorso, con ben 63 medaglie d'oro assegnate, di cui 32 a vini italiani e le altre a vini provenienti dagli altri Paesi in concorso. E' seguito il pranzo a buffet e l'apertura degli stand per l'assaggio dei vini vincitori.
Siamo stati davvero orgogliosi di avere preso parte a questo concorso internazionale, è stata un'esperienza bellissima per noi e per questo vogliamo ringraziare il Consorzio di tutela Valcalepio e speriamo, perché no, di esserci anche nella prossima edizione.



Fabio e Anna Luisa