martedì 17 aprile 2012

America's cup a Napoli



Spesso sul blog mi trovo a parlare dei luoghi lontani che visitiamo, ciò non significa che non ami la mia terra ed in particolare la mia città, Napoli. Anzi, appena ne ho la possibilità, mi piace farla vedere agli altri con gli occhi con cui la guardo e la vedo io, al di là dei preconcetti e delle leggende metropolitane che finiscono per rivelarsi inevitabilmente non veritiere. Proprio perché ho avuto la possibilità di girare tante città, mi ritengo fortunato di essere nato e di avere vissuto per tanti anni in quella che io considero senza ombra di dubbio una delle città più belle al mondo, anche se le ragioni del cuore mi portano a dire la più bella. Napoli è ricca di tesori visibili o nascosti ai più, è ricca di tradizioni, di storie, di monumenti, di cultura e anche di bellezze naturalistiche e paesaggistiche.
Io sono anche uno sportivo e seguo la maggior parte degli sport con interesse, anche quelli considerati dai più secondari, come per esempio la vela. La massima espressione di questo sport, quella che gli ha dato anche maggiore visibilità e popolarità è sicuramente l'America's cup, ormai strettamente legata ad uno sponsor che non ha bisogno di presentazione. Ricordo che da piccolo seguivo in tv le regate di Azzurra, poi, un po' più grandicello, ero attaccato al televisore fino a tardi a seguire le imprese del Moro di Venezia, ed infine recentemente mi sono appassionato alle regate di Luna rossa in quel di Valencia. Ho avuto anche la fortuna successivamente di visitare la zona del porto in cui si svolsero queste ultime regate e di assaporare un po' il clima che si respirava nel villaggio in quei giorni e pensavo sempre alla cornice unica che avrebbe potuto dare meritatatemente la mia città. Poi fu scelta Trapani come sede di alcune gare e quasi avevo perso le speranza che Napoli potesse mai ospitare le fasi finali di questa prestigiosa coppa.
Quasi il destino che si faceva beffa, l'estate scorsa in Portogallo ci trovammo a passare per Cascais, sede di una delle tappe dell'ultima coppa in corso mentre si stava allestendo il villaggio e si montavano i capannoni e le imbarcazioni per le regate che si sarebbero tenute da lì a pochi giorni. Facemmo colazione al bar con alcuni membri dei team partecipanti. E ancora una volta mi domandavo perché a Napoli no e quasi mi rispondevo, peggio per loro.
Poi all'improvviso partono le trattative e la candidatura di Napoli ad ospitare una tappa di queste regate prende sempre più consistenza fino a diventare realtà.
E così partono i lavori frenetici di adeguamento delle banchine del molo, la costruzione del villaggio, la sistemazione di alcune strade cittadine e la creazione di una grossa area a traffico limitato che creerà qualche disagio ed inevitabili polemiche da parte di qualcuno, la minoranza per fortuna, quella che alla fine, visto il successo della manifestazione, si dovrà ricredere. Ma io sono strafavorevole ai mezzi pubblici e al camminare a piedi, quindi ben vengano le zone a traffico limitato. Già nei giorni precedenti le regate, trovandomi in zona, mi ero affacciato per curiosare. Poi finalmente iniziano i veri allenamenti in vista della gara e la voglia di andare lì a vedere le imbarcazioni dal vivo cresce sempre di più. I primi giorni sono proprio Pasqua e pasquetta e quindi è stato impossibile per me muovermi, ma il martedì, approfittando del bel tempo e del fatto che sarebbe stato l'unico giorno per me in cui sarei potuto andare ad assistere, mi ci sono precipitato.
Già arrivando verso il lungomare l'entusiasmo cresceva sempre di più. Non vi dico l'emozione quando da lontano ho potuto vedere alcune vele in acqua. Emozione come quella di un bambino felice. Così ho preso la macchina fotografica e ho cercato di immortalare questi bolidi dell'acqua tra le domande curiose di chi mi stava vicino e non conosceva bene le regole di questa tipologia di gare o semplicemente i giorni di svolgimento delle gare stesse. Le più cercate erano le imbarcazioni di Prada, che però hanno fatto allenamento parecchio a largo, mentre altre imbarcazioni hanno dato spettacolo anche a pochi metri dalla riva. Mi è dispiaciuto non poter assistere alle gare vere e proprie, semmai anche da mare, ma sono contento che questo mio piccolo sogno si sia realizzato. La cornice della città e l'entusiasmo dei cittadini hanno sicuramente dato un qualcosa di più a questa manifestazione che già di suo è prestigiosa ma che a Napoli ha acquistato ancora più valore.Vedere sfrecciare questi bolidi tra Castel dell'ovo e Posillipo è stato uno spettacolo unico!
Inutile dire che la vittoria del team Prada piranha nella mia città mi ha fatto estremamente felice.
Termino questo mio racconto con alcune delle mie fotografie.


















Ricordo che le fotografie sono di mia esclusiva proprietà, che ne è vietata la riproduzione, la commercializzazione e l'utilizzo senza menzione dei dititti d'autore. Eventualmente potete contattarmi all'indirizzo e-mail del blog.

Fabio










20 commenti:

  1. Grazie a Voi per averi raccontato con tanto passione e semplicità.
    A me sarebbe piaciuto tantissimo venire a vedere la gara (amo la vela)!
    Grazie a queste foto, siete riuscite a far asseggiare un pò l'evento anche a chi non vive a Napoli (ma a cui piacerebbe moltissimo:-)
    Vaty

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Vaty. Mi fa davvero piacere. Era un evento che aspettavo da tanto tempo, sono felice di poter condividere questa mia esperienza.
      Fabio

      Elimina
  2. Peccato, non esserci andata....però le tue foto sono bellissime come sempre ;-) Buona giornata
    Valeria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Valeria. Io purtroppo sono riuscito ad andare solo un giorno, ma sono contentissimo, è stata una bellissima manifestazione.
      Fabio

      Elimina
  3. Risposte
    1. Grazie, fanno sempre piacere i complimenti.
      Fabio

      Elimina
  4. Speravo in questa galleria fotografica, attendevo che qualcuno con l'occhio più preciso del mio mettesse a fuoco le potenzialità artistiche di una città che solo con lo sfondo riesce ad offrire ad una competizione sportiva, navigavo sul web....ma nulla fino ad ora.
    Sono davvero soddisfatto...sai che ti stavo per chiedere un paio di foto per me...così per ricordo non per altro :)
    Grazie a nome di molti silenti come me.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cominciati a segnare l'IBAN :-D
      Scherzo, se veramente ne vuoi qualcuna e facevi seriamente, basta che me la indichi e te la mando ad alta risoluzione ;-) Gratis, eh :-)))
      Fabio

      Elimina
    2. Secondo me vuoi quella con Padre Pio :-))) Vedi che ho anche quella con la Madonnina :-p

      Elimina
    3. Di recente mi ci vorrebbero solo quelle religiose...diciamo che in aggiunta la prima, la terza del post e quella in controluce con il sole riflesso sul male potrebbero bastare ma solo se mi fa lo sconto eh!! :P ahahahahaha

      Elimina
    4. Hai posta :-) No, quelle del Rosario, eh :-D Cioè, anche quelle, vedrai :-)))

      Elimina
  5. Sono venuta a farvi visita sul vostro blog...ed ho trovato con sorpresa non una delle leccornie preparate da Annalu, ma delle foto bellissime della mia città, e confesso che le parole del racconto sono le stesse che userei io se dovessi parlare di Napoli...comunque ci tengo a fare i complimenti per le foto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Giusy. Come sai bene la nostra bellissima città offre scorsi indimenticabili. E' stata la giusta cornice per un evento di questo genere.
      Fabio

      Elimina
  6. Fabio invidia massima e somma!!! Splendide foto senza dubbio ma l'emozione di esserle li e di vederle dal vivo! Spettacolo! Io le seguo in tv, ma non è la stessa cosa... Ricordo ancora l'emozione quando anni fa vidi al Salone Nautico qui a Ge, in mitico Cino Ricci e la sua Azzurra... e poi la barca degli odiosi kiwi :-) .... emozioni su emozioni.. Grazie mille di aver condiviso tutto con noi. Bacioni grandissimi
    Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora mi capisci. Anche io avevo sempre seguito le gare solo per televisione, ma essere lì dal vivo è tutta un'altra cosa.
      Grazie di cuore.
      Fabio

      Elimina
  7. INVIDIA NERA!!! Che spettacolo dev'essere stato, le foto rendono perfettamente l'idea, dici bene, sono dei bolidi, hanno estremizzato un po' la vela ma offrono un grande spettacolo indubbiamente!!
    grazie per questo bellissimo reportage
    cris

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te. Per una volta sono io ad essere invidiato e mi fa molto piacere :-D
      Davvero un gran bello spettacolo!
      Fabio

      Elimina
    2. Inoltre torneranno a Napoli a Maggio del 2013, io ti ho avvisata...^^
      Fabio

      Elimina
  8. ciao! il mio adorabile 15enne ha una passione per la vela, trasmessa dalla sua mamma. Peccato che in quel di Milano sia un po' difficile fare vela. Queste foto sono spettacolari, ma penso che vedere queste barche dal vivo sia stato qualcosa di assolutamente indicibile; grazie per il reportage

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, è tutta un'altra cosa vederle da vicino, sono dei bolidi del mare. E' stata davvero una bella manifestazione!
      Grazie a te per essere passato a commentare e per i complimenti.
      Fabio

      Elimina